PDFStampaE-mail

I Locatelli, tre generazioni d'artisti bergamaschi

La famiglia Locatelli di Bergamo ha regalato tre generazioni di artisti all’arte cittadina, a partire dal XIX secolo.

Il primo a fare dell’arte il proprio mestiere è Giuseppe Locatelli, capostipite di due famiglie: quella di Luigi detto Steenì II, padre di Romualdo, Raffaello e Stefano, e quella di Giovanni Battista, padre di Luigi detto Bigì, Ferruccio e Orfeo.

L’ambiente familiare è stato per tutti loro uno stimolo all’amore e all’impegno nell’attività artistica, una spinta senza schemi e costrizioni che ha permesso ai nove artisti Locatelli di esprimere liberamente ed in modo personale il proprio spirito artistico.

Bergamo  ha  dedicato  negli  anni  diverse esposizioni ad alcuni dei singoli Locatelli.

Daniela,  figlia di  Raffaello  Locatelli,  a 25 anni  dalla  scomparsa del padre, ha sentito il bisogno di dedicare un tributo unico a  tutti i membri della bottega artistica Locatelli, riunendo tutta la famiglia  e gli amici in un comitato organizzativo, da cui nasce l’Associazione Culturale Amici dei Locatelli Figli d’Arte.

Il primo progetto dell'Associazione è stato quello di  un'importante mostra che raccogliesse opere di tutti i gli artisti della stirpe Locatelli.

La mostra si è tenuta, con grande successo, al Palazzo della Provincia di Bergamo, nello Spazio Viterbi, dal 9 marzo 2012 al 29 aprile 2012.

5000 visitatori in due mesi, senza contare la cerimonia inaugurale, che ha contato oltre 500 visitatori: una splendida accoglienza ed un grande riconoscimento per questo tributo ai Locatelli

L’idea generale della mostra è stata quella di presentare un’accurata selezione per ogni artista, privilegiando anche quelle opere che non sono mai state viste a Bergamo e quelle che si segnalano per particolare importanza o per aver vinto premi o riconoscimenti.

AddThis Social Bookmark Button
 
joomla template